VideoElephant logo x

Hotel troppo cari e cementificazione selvaggia, i turisti bulgari preferiscono la Grecia

  • Category news
  • Definition HD
  • Resolution 1280 x 720
  • Duration 00:02:21
  • Year 2020
  • Language Italian

Hotel troppo cari e cementificazione selvaggia, i turisti bulgari preferiscono la Grecia

Il settore turistico bulgaro non regge la concorrenza della Grecia e della Turchia. Oltre un terzo dei bulgari ha in programma di trascorrere le vacanze estive all'estero. Un trend in crescita che blocca lo sviluppo del mercato interno. "Le speranze dei proprietari di hotel di invertire il flusso turistico verso la costa bulgara sono state deluse - spiega Dimitar Popov, titolare di un'agenzia di viaggi - Chi viaggia solo d'estate è sempre molto abitudinario. Questo significa che è stato molto difficile allontanare i bulgari dal mare bulgaro quando hanno iniziato ad andare in Grecia e ora sarà altrettanto difficile riportarli indietro". I turisti bulgari in Grecia sono aumentati del 16% tra il 2016 e il 2019. Le ragioni sono diverse: prezzi, offerta, organizzazione.  Valentin è stato tra i primi a scegliere i resort greci e turchi rispetto a quelli bulgari. I suoi amici e la sua famiglia hanno iniziato a fare lo stesso: "C'era sempre stato qualcosa che non andava nei resort bulgari. Erano costosi, le spiagge erano costose, il cibo era costoso. Le vacanze qui lasciavano molto a desiderare. E quando vado in Grecia, la spiaggia si estende per 3 km in ogni direzione. Gli alberghi non sono accatastati, posso effettivamente guardare e godermi il mare. È bellissimo". Gli angoli incontaminati delle coste bulgare si stanno restringendo tra altri alberghi e resort. Ma cresce la sensibilità sociale per la protezione dell'ambiente. "Questo tipo di costruzione lungo la costa del Mar Nero è uno dei motivi principali per cui sempre più bulgari scelgono di trascorrere le loro vacanze estive altrove - spiega per Euronews il giornalista Damian Vodenitcharov - Può sembrare un hotel, può sembrare un albergo, ma ufficialmente non lo è. È una struttura anti-frana". I costruttori procedono crativamente ai loro progetti anche perché la maggior parte dei terreni disponibili si trova all'interno di parchi naturali. Le autorità locali avvertono che la costruzione dell'hotel anti-frana potrebbe iniziare presto. "Il villaggio turistico di Alepu è costituito da quattro progetti - spiega l'architetto del Comune di Sozopol, Radost Georgieva - Ci sono altri 19 piani di sviluppo in cui i terreni agricoli sono stati convertiti in terreni urbanizzati. Attualmente non sono in fase di definizione, ma potrebbero diventarlo in qualsiasi momento". L'opposizione a nuovi resort nasce soprattutto dal timore di trasformare quelle aree in approdi di massa. Per ora, però, i prezzi ridotti e gli aiuti statali non attirano turisti sulle spiagge. I lavori di questi nuovi ecomostri riprenderanno comunque il prossimo autunno.

Interested in this content?